Formazione Life & Business

Risulta difficile creare una coppia o un gruppo se non siamo intelligenti emotivamente, saper riconoscere le proprie emozioni, saperle riconoscere negli altri qui e ora; quando sono presenti è la chiave per costruire ciò che nella realtà sta accadendo davvero, al di fuori del linguaggio, le emozioni sono quella sorta di "non detto" che però in molti casi esprimiamo anche con il linguaggio del corpo. Molto spesso ci capita di ascoltare le parole delle persone con cui ci relazioniamo e percepire una dissonanza con ciò che invece vediamo, quella dissonanza cognitiva ci mette a disagio. Tutto questo accade quando nascondiamo a noi stessi e agli altri le emozioni.

Daniel Goleman padre dell'intelligenza emotiva afferma che la capacità di un individuo di riconoscere e regolare le proprie emozioni, e anche le emozioni degli altri, rappresenta l'80% di successo nella leadership di oggi e nella vita umana. Il restante 20% è quoziente intellettivo.


L’evoluzione umana ha conferito un ruolo fondamentale nella nostra psiche, i sociobiologi indicano come possibile causa, proprio questa prevalenza delle emozioni sulla mente razionale nei momenti critici che la vita ci propone. E ancora affermano che le emozioni ci guidano quando affrontiamo situazioni troppo difficili perché possano essere affidate al solo intelletto, pensiamo alle fasi della vita, come il distacco da una persona amata, alla costruzione della famiglia, alla morte di una amico di un genitore, alle scelte lavorative durante la costruzione del poprio business. Ogni emozione ci guida all’azione, ci fa muovere verso l’obiettivo per superare le sfide, diventano il nostro repertorio emozionale, il bagaglio comportamentale innato. “Nel bene e nel male, quando le emozioni prendono il sopravvento, l’intelligenza intesa come quoziente intellettivo può non essere di alcun aiuto”.
Le persone molto sicure delle proprie emozioni riescono a gestire meglio la propria vita, queste persone infatti hanno una percezione chiara rispetto a ciò che provano realmente.

Essere intelligente emotivamente è il passo verso la costruzione di autostima, mette le persone nella posizione di poter scegliere per il meglio sia nella vita privata che in quella lavorativa.